Ecobonus 2018: come accedere al Bonus Risparmio Energetico

L’ecobonus 2018 è valido fino al 31 Dicembre 2018 per le abitazioni private, mentre per i condomini rimarrà in vigore fino al 2021.

Cos’è l’ecobonus 2018?

Il Bonus per il risparmio energetico, è una detrazione fiscale destinata alle famiglie che desiderano rendere più efficiente la propria abitazione.

Per richiedere gli incentivi dell’Ecobonus 2018 bisognerà sostituire, acquistare o modificare i propri impianti e complementi per ridurre i consumi energetici necessari alla climatizzazione nei mesi estivi e il riscaldamento per quelli invernali.

L’obiettivo dello Stato è quello di tagliare i consumi energetici delle famiglie Italiane, limitando le emissioni di CO2 e promuovendo l’utilizzo di energia pulita e rinnovabile. Accedere al bonus significa risparmiare nel medio e nel lungo termine e ridurre la propria impronta ambientale.

Come funziona?

Se avete deciso di effettuare lavori all’impianto di condizionamento, se desiderate installare pannelli solari molto probabilmente rientrate tra i beneficiari dell’Ecobonus 2018. Essendo una detrazione fiscale il Bonus per il risparmio energetico consiste nel rientro di una percentuale della spesa sostenuta tramite detrazione Irpef o Ires, rateizzata in dieci anni.

Per quali lavori si può richiedere?

Lavori aventi diritto al Bonus del 65%

♦  Installazione di un impianto fotovoltaico                                                                            ♦  Sostituzione di caldaie a condensazione con efficienza energetica di classe A o superiore
♦  Sistemi ibridi come una pompa di calore abbinata a caldaia a condensazione
♦  Installazione di impianti domotici utili a ottimizzare gli impianti di riscaldamento e climatizzazione

Per accedere all’Ecobonus 2018 e ottenere le detrazioni fiscali bisognerà rientrare in dei limiti di spesa.

Chi può beneficiare dell’Ecobonus 2018?

L’Ecobonus 2018 è una misura fiscale destinata sia a edifici privati che condominiali, ed è rivolto a tutti i contribuenti che sono attualmente possessori dell’immobile a cui è destinata l’opera di riqualificazione energetica.